La pulizia del viso

La pulizia del viso è un trattamento che serve a rimuovere dalla superficie cutanea le impurità, le cellule morte e i punti neri che né un’ottima detersione né lo scrub eliminano. In sostanza la pulizia del viso mantiene la corretta funzionalità cutanea, prepara la pelle a pratiche estetiche e/o mediche, previene e attenua gli inestetismi più diffusi. Nel passato le donne ricorrevano all’uso di suffumigi e di impacchi caldi, oggi? Prima di tutto il trattamento va effettuato da un’estetista che osserverà accuratamente la tipologia cutanea per individuare cosmetici, apparecchiature, procedure e frequenza del trattamento.

Nel mio caso Erika, la brava estetista che si prende cura di me da Moha (via Parmigianino 11, Milano), ha scelto la linea Ideal Douceur di Carita. Oltre ad avere una profumazione rilassante, i prodotti sono davvero ottimi. Dopo la detersione, la tonificazione e l’applicazione di un gommage, si passa al vapore caldo ozonizzato. A questo punto la parte più ostica per alcune donne: l’eliminazione manuale di punti neri e impurità. Si conclude con una maschera personalizzata e l’applicazione di un siero e di una crema per calmare eventuali rossori, per idratare, nutrire e proteggere.

La pulizia del viso, della durata di circa 60 minuti, andrebbe fatta almeno tre volte all’anno e soprattutto dopo le vacanze. Ricordate però che alcune tipologie cutanee richiedono un intervento mensile.

Carita

Carita

Carita

Carita

Carita

Carita

Carita

L'Oreal Carita

Margherita Tizzi

Giornalista, scrive su Vogue Italia, Amica e Grazia. È co-founder di Eccetera, studio specializzato nella creazione di progetti editoriali su misura, online e offline. E, dal 2013, su questo webzine racconta storie di luoghi, di fatto a mano e made in Italy, di cultura, arte e lifestyle.

No Comments Yet

Comments are closed