Da Milano a Firenze, passando per Pavia e Ferrara: 15 mostre da visitare

L’autunno è dedicato agli amanti dell’arte e a chi, con l’arrivo del freddo, non disdegna un giro tra le sale di un museo. Ecco 15 mostre da vedere in giro per l’Italia. 

A Milano

Fino al 21 gennaio 2017 alla Triennale Design Museum Nulla Dies Sine Linea, la prima mostra sulle opere artistiche di Antonio Marras, conosciuto come il più intellettuale degli stilisti italiani. Installazioni edite e inedite, disegni, schizzi e dipinti, per raccontare le contaminazioni fra i diversi linguaggi dell’universo creativo, dal cinema alla poesia, dalla storia all’arte visiva, passeggiando lungo il confine tra arte e moda.

triennale-design-museum-marras

Il gioiello italiano del XX secolo è il nome della nuova esposizione del Museo Poldi Pezzoli, prevista dal 24 novembre al 20 marzo 2017, che ripercorre la storia della gioielleria italiana del 1900. Preparatevi a lustrarvi gli occhi davanti a 150 tra tiare e diademi, collane, anelli, bracciali, spille e orecchini di Bulgari, Pomellato, Giò Caroli e Rivière.

frascarolo-spilla-testa-di-pantera-1960

Fino al 26 febbraio 2017 Palazzo Reale ospita Pietro Paolo Rubens e la nascita del Barocco, un percorso di 75 opere dell’artista fiammingo, per celebrare il primo portatore dello stile Barocco in Italia, arricchito da importanti prestiti internazionali del Museo del Prado, l’Hermitage di San Pietroburgo e della Gemäldegalerie di Berlino.

rubens

Sempre a Palazzo Reale, Hokusai, Hiroshige e Utamaro presenta il gusto dell’arte giapponese in una selezione di 200 xilografie policrome e libri illustrati, tra cui l’iconica Grande onda e la serie delle Trentasei vedute del monte Fuji di Hokusai. Fino al 29 gennaio 2017.

hiroshige

Fino al 27 febbraio 2017, infine, al Mudec si tiene la mostra dedicata a Jean-Michel Basquiat, con oltre 100 opere dell’artista scomparso a soli 27 anni. Interprete dell’energia della rivoluzione artistica newyorkese degli anni ‘70 e ‘80, ecco i particolari graffiti urbani basati su linguaggi e significati primitivi.

Basquiat-threedelegates-1982

A Pavia

Guttuso. La forza delle cose, alle Scuderie del Castello Visconteo fino al 18 dicembre, è il percorso di oltre 50 opere dell’artista siciliano Renato Guttuso, le cui nature morte costituiscono, grazie alla loro carica espressiva e alla potenza cromatica, un punto di riferimento per gli artisti della sua generazione (fine anni ‘30).

locandina-guttuso-1

A Sesto Calende

All’interno del Museo Archeologico, fino al 31 dicembre, è possibile ammirare un singolare accostamento tra Marc Chagall e Ottavio Missoni in Sogno e Colore. La mostra presenta quadri e arazzi, tele, tessuti e dipinti di due maestri del colore, sconosciuti tra loro eppure “dialoganti”.

chagallmissoni

A Monza

Il fotografo Henri Cartier-Bresson in mostra alla Villa Reale fino al 26 febbraio 2017. 140 gli scatti del maestro della verità, racchiusa tra la sorpresa e l’istantanea, in un magico racconto della realtà sociologica del suo tempo.

henri-cartier-bresson

A Firenze

Le sale del Novecento, mai aperte al pubblico prima d’ora, e piazza Santa Maria Novella accolgono, fino all’8 febbraio 2017, la mostra di Gaetano Pesce Maestà tradita, dedicata alla condizione della donna oggi e agli aspetti più profondi e arcaici che la femminilità comporta nel contesto sociale odierno. Una denuncia contro la violenza e la schiavitù cui moltissime donne sono ancora costrette.

maesta-tradita

A Palazzo Strozzi, invece, fino al 22 gennaio 2017, l’artista cinese Ai Weiwei porta Libero, la sua prima grande mostra italiana tra installazioni, sculture e oggetti simbolo della sua carriera, associata a importanti battaglie politiche per la libertà di espressione e la difesa dei diritti umani.

ai-weiwei

A Venezia

Fino al 27 novembre alla Ikona Gallery, storica galleria nel Campo del Ghetto Nuovo, è visitabile la mostra Peggy Guggenheim in Photographs, che racconta la vita della collezionista americana, figura cardine della storia dell’arte del XX secolo, attraverso le immagini che la ritraggono ad opera di Berenice Abbott, Man Ray e Roloff Beny.

guggenheim

A Ferrara

A 500 anni dalla stampa della prima copia dell’Orlando Furioso, la città celebra Ludovico Ariosto con la mostra Orlando Furioso 500 anni. Cosa vedeva Ariosto quando chiudeva gli occhi, in programma fino all’8 gennaio 2017 al Palazzo dei Diamanti. Dipinti, manoscritti, arazzi, corni e oggetti di vario tipo in una rassegna che raccoglie diversi capolavori dell’epoca, da Mantegna a Raffaello, Tiziano e Leonardo.

orlando-furioso

A Parma

Le Ninfee nella Villa dei Capolavori, in esposizione fino all’11 dicembre alla Fondazione Magnani Rocca di Mamiano di Traversetolo, presentano le famose serie di ninfee dell’artista impressionista Claude Monet, alla scoperta del processo creativo, poetico e stilistico del maestro.

ninfee-monet

A Urbino

A quasi cinque secoli dalla committenza di Guidobaldo II Della Rovere, la Venere di Urbino di Tiziano torna nella città marchigiana. Dipinta nel 1538 e oggi custodita nella Galleria degli Uffizi di Firenze, dove è arrivata nel 1624, è visitabile fino al 18 dicembre a Palazzo Ducale.

venere-tiziano

Città di Castello

Fino al 6 gennaio 2017 è in programma, agli Ex Seccatoi del TabaccoAlberto Burri: lo Spazio di Materia – tra Europa e USA, una rassegna delle tendenze più significative dell’arte contemporanea del secondo dopoguerra. Presenti, a confronto, anche opere di autori come Dubuffet, Pollock, Motherwell, Hartung, De Kooning, Calder, Matta, Rauschenberg, Twombly, Johns, Fontana e Manzoni.

burri

Irene Dominioni

Cresciuta nella foresta di libri della sua casa milanese, Irene ha inseguito la passione per il giornalismo in Danimarca e in Olanda, grazie al master Erasmus Mundus Journalism, Media and Globalisation. Su Moda a Colazione scrive di cultura e viaggi.

No Comments Yet

Comments are closed