Le regole per una sauna perfetta

panoramic sauna st.valentin 2 - Bad Moos

La sauna è un luogo di pulizia mentale e fisica. Un momento di relax assoluto secondo gli scandinavi – i primi ad associare le parole sauna e relax – e i finlandesi, che la considerano una vera e propria necessità. Ma se pensate che questa pratica consista solo in un momento di riposo in un ambiente caldo e umido, vaporizzato e profumato, vi sbagliate. Quest’idea, tra l’altro, non permette di godere dei veri benefici del trattamento.

La prima regola per una sauna perfetta? Rispettare lo sbalzo di temperatura. Il passaggio dal caldo al freddo dovrebbe essere intorno ai 100°, ma nella maggior parte dei centri benessere è difficile ottenerlo, perché dotati di bagni vapore, docce veloci e bagni freddi. Per eseguire una sauna perfetta recatevi alle Terme di Merano. Oltre al calidarium, al sanarium, alla sauna finlandese all’aperto di ben 85 mq e al bagno di vapore Trauttmansdorff, l’area sauna di Merano è, infatti, dotata della stanza della neve.

Questo spazio ha le pareti completamente ricoperte di neve e dal soffitto scendono dolci fiocchi bianchi che danno l’impressione di trovarsi sulle cime innevate dell’Alto Adige. In questa stanza il freddo che si percepisce è secco, quindi la temperatura risulta meno gelida di quella reale, e il corpo passa con facilità e gradualmente da 90° a -10° C.

Il rituale della sauna perfetta

Prima di recarvi alle Terme di Merano o in qualunque altro centro benessere, mangiate qualcosa di leggero, come uno yogurt o un po’ di frutta, e bevete una tisana alla camomilla o al tiglio che vi aiuterà a sudare. Arrivati a destinazione, riservate 30 minuti per voi stessi.

Per prima cosa fate una bella doccia e asciugatevi bene, per predisporre il corpo a ricevere il caldo intenso. Poi riscaldatevi per 10-15 minuti nella sauna: non stateci meno di 8 altrimenti il vostro corpo non fa in tempo a scaldarsi come dovrebbe. A questo punto trasferitevi nella stanza della neve o nel bagno di vapore per espellere tutte le tossine che il sudore vi ha fatto accumulare. Se siete donne rimanete tra i 3 e i 5 minuti; se siete uomini tra i 4 e gli 8 minuti. Infine, spostatevi nella sala relax per altri 10-15 minuti, per godere di tutti gli effetti positivi di questa pratica, e sorseggiate una buona tisana.

I benefici che otterrete? Almeno 7. I vasi sanguigni si allenano, dilatandosi con il caldo e restringendosi con il freddo. La pelle si rassoda e diventa più elastica; i muscoli, per produrre calore, bruciano più grassi e stimolano il metabolismo. Il freddo, specialmente quello della stanza delle neve, è un toccasana per contusioni e stiramenti. Lo sbalzo termico è un’ ottima cura per dolori alla schiena e alle articolazioni. Infine, il freddo favorisce il riposo e il rilassamento e agisce sul sistema immunitario.

di Caterina Gildoni

Caterina Gildoni

Caterina si è laureata in Giurisprudenza a Perugia; ha una passione per la moda; adora scrivere fin dai tempi del liceo. Ma Caterina è anche wedding planner ed è stata un’attenta e severa mistery client. D’altronde nella vita non si finisce mai di imparare! 

No Comments Yet

Comments are closed