Miele, The Invisible Kitchen e la cucina di oggi e di domani

E’ visionaria ed è la cucina che tutte le donne sognano, perché i suoi futuristici ed intelligenti elettrodomestici sono pochi e alcuni (i fornelli) appaiono all’occorrenza, sostituendo i vecchi ricettari e le etichette dei cibi; altri (il forno) si aprono appena “ti vedono” sollevare una teglia. Parliamo di The Invisible Kitchen (#TheInvisibleKitchen) di Miele, un progetto emozionale che in questi giorni viene presentato all’interno di Emporio 31 (via Tortona 31) al Fuorisalone di Milano.

Miele stupisce chi entra ad assistere a tre shows cooking davvero sensazionali. Nell’installazione, infatti, nessun elettrodomestico esiste fisicamente, ma la sua presenza è suggerita, è touch. Così, dopo essersi “recato” al mercato, lo chef si posiziona davanti ad uno schermo dove si possono selezionare le ricette, rintracciare gli ingredienti utili, pesarli, verificare se siano scaduti o freschi e capire come lavorarli; poi, con un altro colpo di touch, ecco tanti fornelli dove posizionare le pentole, tassativamente senza coperchio (anch’esse appaiono). Tutto, davvero tutto “arriva” all’occorrenza (i fornelli, i pulsanti, le ricette, i suggerimenti) e ti parla, per poi sparire per lasciare spazio all’impiattamento, suggerito con tanto di tutorial che appare sotto la pietanza da decorare. Un modo, insomma, per dimostrare al consumatore poco esperto in cucina che, con The Invisible Kitchen, qualsiasi piatto è alla portata di tutti.

In realtà la cucina di Miele, il cuore della casa, dove amiamo ricevere gli amici e conquistare il partner, dove crescono i nostri figli e dove di solito diamo le buone e le cattive notizie, si sta già evolvendo verso l’inimmaginabile grazie a tecnologie intuitive e al design di qualità. Superfici interamente in vetro e display integrati nell’elettrodomestico contraddistinguono, ad esempio, la nuova linea ArtLine, priva di maniglie per integrarsi a filo nei mobili della cucina o per sparire dietro le loro superfici. La grande innovazione sta nell’apertura dello sportello dei forni, permessa da un sensore Touch2open integrato nel pannello comandi: sfiorando questo tasto lo sportello si sblocca, aprendosi dolcemente e scivolando verso il basso nella posizione finale.

Ancora. Miele presenta il nuovo cassetto per sottovuoto da incasso che, combinato al forno a vapore, vi farà conservare ricette sane e saporite. E se il fulcro della comunicazione è la cucina, sul nuovo frigo-congelatore K 20.000 potete scrivere la lista della spesa, l’orario del lavoro, l’appuntamento dal dentista e far disegnare i bambini mentre cucinate.

Infine, che dire di CombiSet, una cappa aspirante integrata al piano cottura? Solo buon appetito e buon gelato alle patate dolci, una ricetta futuristica, ovviamente proposta da Miele.

publiredazionale realizzato in collaborazione con Miele

Redazione

Redazione di Moda a Colazione

No Comments Yet

Comments are closed